Tabella imbottitura

Bamboo Immagine correlata

La fibra di bamboo: delicata sulla pelle e gentile con l’ambiente

Il bamboo è tra le fibre tessili più apprezzate da chi ha a cuore l’ambiente, una fibra dalle proprietà eccezionali.Innanzi tutto è estremamente morbida, con una mano del tutto paragonabile a quella della seta. Poi è resistente: più della fibra di cotone.I tessuti di fibra di bamboo sono inoltre naturalmente anti-microbici e altamente traspiranti: in parole povere, non hanno la tendenza a lasciare accumulare umidità e sudore sulla pelle, con la sgradevole formazione di odori che ne consegue.Anche la coltivazione del bamboo è altamente sostenibile dal punto di vista ambientale: la pianta raggiunge la maturità in circa quattro anni e può vivere anche un centinaio di anni. Gli arbusti sono in grado di crescere in pochi centimetri di terra e in condizioni atmosferiche estreme, avendo limitatissimo bisogno di irrigazione. Le proprietà antibatteriche della pianta rendono superfluo l’uso di fertilizzanti e pesticidi; anzi, le coltivazioni migliorano la qualità del terreno in cui sono poste. Pensate inoltre che le piante di bamboo consumano quattro volte più C02 degli alberi e producono il 35% di ossigeno in più!

Il Cotone Organico Immagine correlata

Il Cotone Biologico

La coltura tradizionale del cotone è dannosa per l’ambiente: è la seconda fonte di inquinamento agricolo nel Mondo copre il 5% aree coltivate inquina per il 25% (pesticidi immessi in atmosfera).Per produrre una semplice T-shirt occorrono quasi 100 grammi di sostanze chimiche dannose, che contaminano l’acqua e che hanno un forte impatto sia sull’ambiente sia sugli esseri umani.Inoltre occorrono circa 25 lt di acqua (contaminata da pesticidi ed erbicidi) per la sola coltivazione della pianta.La coltivazione biologica per la produzione di Cotone Organico si serve di fertilizzanti naturali, compost e ammendanti organici, nonché di lotta integrata mediante  insetti utili (per esempio le coccinelle). L’irrigazione delle piante avviene goccia a goccia permettendo così un risparmio notevole e nessuno spreco di acqua.Questo utilizzo sostenibile del suolo arricchisce il terreno ed evita il depauperamento di risorse naturali importanti.

Il Cotone Organico è quindi il cotone coltivato secondo principi biologici, è ipo-allergenico poiché non viene sbiancato o tinto con sostanze chimiche nocive e aggressive.

Il Cotone Organico è quindi adatto anche alle persone affette da importanti forme di allergia, inoltre è molto morbido, permette l’assorbimento e la traspirazione dell’umidità, non si restringe e non si scolora al lavaggio.

COTONE Immagine correlata

Il cotone è la fibra tessile più usata a livello mondiale. Si tratta di una fibra vegetale ricavata da piante appartenenti al genere Gossypium, famiglia Malvaceae.

Queste piante producono grandi fiori di colore giallo pallido, dai quali originano frutti contenenti numerosi semi avvolti da una fitta peluria, detta bambagia.

Dopo circa 50 giorni dalla fioritura, i frutti giungono a maturazione e si aprono spontaneamente springionando la bambagia, che – dopo la raccolta e opportune lavorazioni – dà origine al filato che noi tutti conosciamo come cotone.

I peli del cotone sono di colore tendente al bianco e risultano molto sottili, flessibili e più o meno brillanti. Hanno una lunghezza di pochi centimetri; più sono lunghi e maggiore è il loro valore commerciale, dal momento che permettono di ottenere filati più sottili.

Dopo la raccolta con macchine aspiratrici, la bambagia viene sgranata con appositi macchinari per liberarla dai semi, quindi viene sottoposta a cardatura (processo che pulisce e districa i filamenti rendendoli paralleli) e a pettinatura (processo che elimina le fibre più corte ed eventuali impurità residue).

 

Pula di Farro Immagine correlata

La pula di farro (sempre da coltivazione bio), e’ nota per le proprietà  benefiche contro il dolore, la pula di farro migliora la circolazione, riduce i disturbi come cervicale, emicrania, mal di schiena,contrazioni muscolari, e reumatismi.

La pula di farro contiene il 90% di acido silicico,che rinvigorisce il tessuto connettivo e le difese, ha effetti positivi sulla pelle e perfino sugli organi. La pula di farro e’ un antidolorifico riconosciuto ed e’ assolutamente anallergica.

La pula di farro e di miglio si ottengono attraverso un processo di decorticazione dei semi. La nostra pula di farro è integra e depolverizzata, questo crea una migliore traspirazione e i cuscini risultano più leggeri e freschi.

E’ stato appurato che questi materiali, ricchi di minerali hanno effetti positivi sulla pelle e sugli organi, rinvigoriscono il tessuto connettivo e rafforzano le difese.

La pula di farro Utilizzata anche da fisioterapisti e centri benessere, per i massaggi e lo yoga, l’utilizzo dei cuscini pula di farro e di miglio può dare sollievo in caso di dolori muscolari, mal di testa, disturbi alla colonna vertebrale, mal di schiena, disturbi del sonno, reumatismi ed eccessiva sudorazione notturna.

La pula di farro è morbida e setosa quasi come la piuma e rende il vostro cuscino pula di farro morbido ed avvolgente.

Pula di Miglio Immagine correlata

Utilizziamo per le nostre imbottiture solo pula di miglio da coltivazione biologiche. La pula di miglio è il rivestimento esterno del miglio; questo prezioso” scarto”, massaggia dolcemente la zona cervicale ad ogni movimento, il leggero fruscio della pula di miglio accompagnera’ il vostro sonno, è morbida e setosa quasi come la piuma, i chicchi fini della pula di miglio, infatti, rendono il cuscino incredibilmente morbido e avvolgente.

La pula di farro e la pula di miglio si ottengono attraverso un processo di decorticazione dei semi. La nostra pula di miglio è integra e depolverizzata, questo crea una migliore traspirazione e i cuscini risultano più leggeri e freschi.

E’ stato appurato che i materiali come la pula di miglio, ricchi di minerali, hanno effetti positivi sulla pelle e sugli organi, rinvigoriscono il tessuto connettivo e rafforzano le difese. La pula di miglio è utilizzata anche da fisioterapisti e centri benessere, per i massaggi e lo yoga, l’utilizzo dei cuscini in pula di farro e in pula di miglio può dare sollievo in caso di dolori muscolari, mal di testa, disturbi alla colonna vertebrale, mal di schiena, disturbi del sonno, reumatismi ed eccessiva sudorazione notturna. I cuscini in pula di miglio inoltre sono particolarmente indicati per i neonati poiché contrastano la ovalizzazione del cranio.

Il Kapok Immagine correlata

Il Kapok è una fibra naturale che si ottiene dai frutti di uno albero molto diffuso in  sud America, la Ceiba pentandra, detta Ciba, della famiglia delle Bombacee. I frutti di questa pianta, un maestoso albero che può arrivare oltre i 60 m di altezza, considerata in tempi antichi uno dei simboli sacri della mitologia Maya, contengono una massa densa di fibra che, a seguito di un’attenta lavorazione, viene trasformata in un filo utilizzabile per produrre l’imbottitura di cuscini, materassi, trapunte e  tessuti.

La fibra più leggera al mondo

La caratteristica più importante del Kapok, detto anche “lana vegetale”, è la sua densità di 0,35 g/cm³, che la rende la fibra naturale più leggera del mondo. Si tratta di una fibra cava lunga da 2 a 4 cm, che contiene al suo interno circa l’80% di aria.  Questa caratteristica unica ha indotto per molto tempo a ritenere impossibile filare il Kapok. Grazie ai recenti sviluppi dell’industria tessile ed ai moderni metodi di filatura, alcune aziende di abbigliamento hanno introdotto questa nuova fibra naturale, ad esempio nella produzione di pantaloni. Tuttavia l’uso più comune di questo materiale è per la produzione di cuscini.

Kapok: fibra leggera, biologica ed eco-sostenibile

La morbida e leggera fibra di Kapok è in grado di donare una grande morbidezza ai tessuti ed all’imbottitura di cuscini e materassi, conferisce loro una gestione eccellente dell’umidità ed è anche molto resistente, oltre ad essere realmente biologica, eco-compatibile ed eco-sostenibile.

Il Kapok è una fibra totalmente biologica in quanto cresce spontaneamente in natura, inoltre è estratta a mano dai baccelli della pianta. Scegliere questo prodotto ci aiuta a migliorare l’ambiente:  non sono necessarie coltivazioni intensive e la fibra viene raccolta a mano. Aumentando il consumo di questa fibra aumenta anche la coltivazione di nuove piante arricchendo di linfa vitale e ossigeno le foreste da cui provengono.

Grazie ad un ciclo di vita naturale che rispetta l’ambiente, la sua origine naturale/biologica con la sua coltivazione senza l’utilizzo di fertilizzanti o pesticidi, ne consente uno smaltimento biologico naturale.

                                       LANA Immagine correlata

La lana è la fibra tessile naturale più antica, costituita per l’85% da proteine che appartengono alla famiglia della cheratina, una proteina che contiene carbonio, idrogeno, azoto, ossigeno e zolfo, per un 12% da altre proteine e per un 1-2% dalla lanolina che conferisce alla fibra quel colore giallognolo. La cheratina è invece quella proteina che dà quella particolare caratteristica di arricciatura conferendo morbidezza ed elasticità al tessuto.

La lana è anche la fibra dalle innumerevoli proprietà: ha un’azione termoregolatoria, è traspirante, assorbe l’umidità, è ignifuga e idrorepellente, è difficilmente attaccabile dalle muffe, è ecocompatibile e riciclabile e, secondo dei recenti studi effettuati, è anche un purificatore dell’aria.

 

TRUCCIOLI DI LATTICE